Campionato

Gattuso lavora sul nuovo modulo, ma c’è qualcuno nello spogliatoio che non è contento

La bolla anti-Covid di Castelvolturno ha permesso a Gennaro Gattuso di lavorare per mettere a punto il nuovo modulo utilizzato nelle prime due giornate di campionato contro Parma e Genoa. Il tecnico del Napoli è convinto che la sua squadra possa proporre un calcio spettacolare con il 4-2-3-1, soprattutto dopo l’arrivo di Bakayoko, il centrocampista di forza che mancava per completare il centrocampo “leggero” degli azzurri. Le maggiori novità riguardano proprio la mediana dove il Napoli fino alla fine della scorsa stagione ha giocata con tre calciatori: un centrale, un uomo di ordine che potesse fare da raccordo tra difesa e centrocampo, e due centrocampisti laterali.

A gennaio è arrivato Diego Demme dal Lipisa acquistato per coprire il ruolo di regista davanti alla difesa che mancava al Napoli dalla partenza di Jorginho. L’italo-tedesco ha sorpreso tutti per la sua capacità di mettere ordine al centrocampo e fare da scudo alla retroguardia. Demme oggi è il calciatore in rosa che paga il prezzo più alto nel cambio modulo. Il passaggio dal 4-3-3 al 4-2-1-3 esclude inevitabilmente il centrocampista di origini napoletane al quale Gattuso preferisce la coppia Zielinski-Fabian Ruiz e, con l’arrivo di Bakayoko, per Demme sarà sempre più difficile trovare spazio. Ecco perché durante l’estate si era ipotizzato perfino un addio alla maglia azzurra con Demme possibile pedina di scambio per arrivare a Veretout, più funzionale nel nuovo centrocampo a due partenopeo.

Diego Demme è arrivato a Napoli a gennaio coronando il sogno della sua vita: vestire la maglia della sua città d’origine e della squadra dove aveva militato Diego Armando Maradona di cui il calciatore porta il nome. E, invece, dopo appena 9 mesi la sua avventura napoletana prende una piega inaspettata e da pedina fondamentale dello schieramento azzurro, in poche settimane Demme rischia di diventare un escluso eccellente.

Demme sente di aver perso la fiducia del tecnico nonostante Gattuso lo abbia rassicurato garantendogli che per lui ci sarà spazio nel corso della stagione, considerando i numerosi impegni del Napoli e la lunga stagione che attende gli azzurri in Italia e in Europa. Ma Demme non si sente più al centro del progetto come lo era appena qualche mese fa quando arrivato a Napoli aveva contribuito alla rinascita della squadra.

 

Share:
Gennaro Punzo