Europa LeagueInterviste

Gattuso: “Un onore essere il primo allenatore allo Stadio Maradona. Contratto? Fatv e caz vuost”

Il tecnico azzurro, Gennaro Gattuso, è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match di domani contro la Real Sociedad. Una gara ostica per gli azzurri che dovranno necessariamente portare a casa un buon risultato per poter staccare il pass per i sedicesimi di Europa League. Queste le parole dell’allenatore:

LA DIFFICOLTA’ DEL GIRONE – “Dal primo giorno del sorteggio sapevamo che era difficile, tutte organizzate. Il Rijeka la meno forte ha creato difficoltà a tutti, l’AZ e la Real Sociedad hanno rose competitive. L’AZ con gli stessi giocatori tranne uno ceduto ha perso lo Scudetto a 4 giornate dalla fine per differenza reti (stop al campionato per Covid, ndr), la Real Sociedad ha fatto benissimo, quest’anno è ancora imbattuto in campionato, sono squadre molto forti. Domani ci giochiamo il primo obiettivo, speriamo di vedere un grande Napoli”. 

RAZZISMO IN PSG-BASAKSEHIR – “Non lo so, bisogna trovarsi di fronte a quella problematica. Per combattere il razzismo bisogna dare segnali forti, ieri è stato forte, s’è deciso per salvaguardarsi dal razzismo, non è stato una bella storia di calcio”. 

LE SOMME DALL’ARRIVO DI GATTUSO SULLA PANCHINA AZZURRA –  “Abbiamo fatto buone cose, siamo molto soddisfatti ma la verità è che abbiamo una squadra forte, giovane, eravamo convinti dal primo giorno e lo siamo ancora di più che è perfetta per come vediamo il calcio io ed il mio staff”. 

FABIAN RUIZ – “Sì, s’è allenato ed è a disposizione”. 

LA MENTALITA’ – “Quando dico che siamo soddisfatti per la qualità del gioco e dei giocatori, quando non troviamo le nostre giocate e c’è una giornata storta dobbiamo migliorare nel stare lì, senza andare fuori di testa se non abbiamo il pallone, tenere botta, questo intendo per mentalità”. 

INSIGNE –  “Non deve sorridere per i gol, ma perché deve essere un piacere allenarsi, essere qui a Castel Volturno, con lui ho un rapporto schietto, prima di dirlo a voi io lo dico a lui. Per valorizzare tutto ciò che fa in campo c’è bisogno di certi comportamenti e sta crescendo anche in questo, siamo contenti per come sta crescendo nel rappresentare da capitano, nell’essere impeccabile”. 

IL PRIMO ALLENATORE ALLO STADIO MARADONA –  “Emozione, responsabilità, c’è di tutto, anche per l’importanza della partita. Diego merita tanto per quello che ha fatto, domani è un grande onore essere il primo allenatore lì, ci sarà pressione per l’importanza della pressione e l’onore per la dedica a lui”. 

ZIELINSKI – “Può fare quello, la mezzala, tutto, ha grandi qualità, ha avuto difficoltà dopo il Covid, è tornato quello che conosciamo tutto. Vediamo domani se gioca ed in che posizione, ma siamo contenti di tutta la squadra e domani servirà una grandissima gara in entrambe le fasi. Loro sono senza due giocatori importanti, ma è una squadra non a caso imbattuta da tempo, questo fa capire chi affrontiamo…”. 

SCAMBIO DI DOCUMENTI PER IL CONTRATTO – “Fatv e caz vuost (ride, ndr), lo dico sempre: stanno controllando, vediamo”. 

Share:
Ludovica Carlucci