Europa League

Gattuso vara il turnover europeo, quante novità contro l’Az Alkmaar!

C’è attesa per il debutto europeo del Napoli che si presenta ai nastri di partenza dell’Europa League come una delle favorite alla vittoria finale. E non potrebbe essere altrimenti per una squadra che negli ultimi anni ha sempre partecipato alle coppe europee ed è partita come un razzo in questa nuova stagione. La vittoria contro l’Atalanta ha galvanizzato un ambiente già entusiasta per una squadra che piace per  freschezza atletica e duttilità mostrate fino ad oggi. E soprattutto perché guidata da un allenatore che riesce a coniugare passione e competenza. Gennaro Gattuso piace ai tifosi del Napoli per il cuore e per il coinvolgimento che lo ha caratterizzato dal primo giorno che ha messo piede a Napoli e soprattutto per la capacità di far giocare la squadra con un modulo che diverte, sulle orme del Napoli di Sarri. 

Insomma, per ora sembra che il matrimonio tra il Napoli e i suoi tifosi abbia finalmente superato la crisi dello scorso anno e si prepari a navigare in mari tranquillo dopo le burrascose vicissitudini dell’ammutinamento e dei contratti in scadenza. L’europa League è un banco di prova importante per il Napoli di quest’anno che punta ad arrivare fino in fondo a tutte le competizioni. Certo, al San Paolo mancherà il grido “The Champions” della massima competizione europea, ma quest’anno il secondo trofeo continentale è un torneo di grande prestigio considerate anche le squadre che ne prendono parte: Arsenal, Bayer Leverkusen, Rangers, Psd Eindhoven, Leicester, Milan, Tottenham, Feyenoord, Celcic. Club blasonati che hanno fatto la storia del calcio europeo e continuano ad essere seguiti con passione da milioni di tifosi in tutto il mondo.

I gironi di Europa League con tutte le avversarie del Napoli

L’esordio contro l’Az Alkmaar in programma giovedì servirà al Napoli per iniziare nel migliore dei modi il cammino europeo in un girone che potrebbe presentare delle insidie per il doppio confronto contro la Real Sociedad e la trasferta croata a Rijeka che non sarà certamente una passeggiata. Gattuso sta preparando l’impegno europeo con la solita attenzione e sembra deciso a puntare sui calciatori meno utilizzati fino ad oggi, a partire dalla porta dove potrebbe giocare dal primo minuto Alex Meret. In difesa spazio a Maksimovic e Mario Rui. A centrocampo in allerta Lobotka e Demme che potrebbero piazzarsi in mediana al posto di Fabian Ruiz e Bakayoko che ha stupito tutti all’esordio nonostante non giocasse una partita ufficiale da diversi mesi.

In attacco il tecnico azzurro potrebbe gettare nella mischia Andrea Petagna che scalpita dopo aver giocato una manciata di minuti contro l’Atalanta. L’ex attaccante della Spal ha già esordito in una competizione europea quando giocava nel Milan di Massimiliano Allegri: il 12 dicembre 2012 entrò al 90′ della gara contro lo Zenith San Pietroburgo. Giovedì l’attaccante triestino potrebbe partire titolare in Europa per la prima volta nella sua carriera. Con lui in attacco il tridente alle sue spalle potrebbe essere composto da Osimhen, Lozano e Politano. Nel secondo tempo ci potrebbe essere spazio per Lorenzo Insigne.

Share:
Gennaro Punzo