CampionatoNotizie

Insigne, il pensiero rivolto a Maradona prima della splendida punizione

Il Napoli è tornato a regalare gioie e soddisfazione in una splendida cornice fantasticamente addobbata in onore del grande Diego Armando Maradona. La compagine partenopea aveva il dovere di vincere e così è stato. Gli azzurri si sono imposti contro la Roma di Fonseca dominando dall’inizio alla fine e giocando finalmente con la testa.

Il capitano, Lorenzo “Il Magnifico”, ha aperto le danze poco dopo la mezz’ora con una splendida punizione defilata che, complice un distratto Mirante, si è stampata direttamente in porta. Poi il gesto da brividi, Insigne ha recuperato una maglia con il numero 10 e l’ha baciata ricordando a tutto lo stadio e a quanti stavano assistendo “a distanza” l’importanza dell’ex Pibe de Oro nella storia della compagine partenopea, come uomo e come calciatore. L’edizione odierna del Corriere della Sera riporta quanto segue:

“Così viene la pelle d’oca a pensare che Lorenzo Insigne, figlio di Napoli, abbia pensato a Maradona prima di mandare in porta (con la partecipazione di un distratto Mirante) una punizione da posizione impossibile. Tutti avrebbero messo in mezzo, Insigne ha cercato e trovato il gol”.

Share:
Ludovica Carlucci