Notizie

La Gazzetta analizza la prestazione di La Penna: “Arbitro sicuro, il VAR non lo smentisce. La sua lettura però non convince”

Il Napoli ha pareggiato con il Milan (2-2) nel match del 32esimo turno di Serie A andato in scena ieri sera al San Paolo. Al vantaggio di Hernandez ha subito risposto Giovanni Di Lorenzo, poi il solito Mertens a portare in vantaggio gli azzurri fino al pareggio siglato da Kessie su calcio di rigore.

Tanti gli episodi arbitrali che hanno fatto discutere, sicuramente l’episodio “principe” è stato il fallo di Maksimovic su Bonaventura che ha portato l’arbitro a concedere il penalty ai rossoneri. Ne parla l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport che analizza la prestazione dell’arbitro La Penna:

“All’11’ scatta il primo dei 5 cartellini gialli estratti da La Penna. A farne le spese è Di Lorenzo in contrasto con Theo Hernandez ma l’impressione è che la durezza con cui il rossonero entra meritasse altrettanta punizione. Al 72’ l’episodio principe dei 90 e più minuti del San Paolo: l’arbitro vede un contatto tra Bonaventura e Maksimovic. Ma alla prova delle immagini si vede che il contatto è successivo al tocco del difensore azzurro che allontana il pallone. L’arbitro però è sicuro, ripete: “L’ho visto io” e il Var non lo smentisce. Ma la sua lettura non convince. Manca un altro giallo per l’intervento di Callejon su Theo al 46’. Ingenuo e inevitabile il 2° giallo a Saelemaekers un po’ sprovveduto su Elmas”.

Share:
Ludovica Carlucci