Campionato

La vittoria dell’Atalanta in Champions valorizza l’impresa del Napoli contro i bergamaschi

Ieri ascoltando qualche radio locale mi sono imbattuto in un ospite che senza alcun pudore ha dichiarato che il Napoli contro l’Atalanta è stato favorito da una settimana di lavoro intenso che Gattuso ha potuto svolgere con tutta la rosa. A differenza di Gasperini che, invece, era riuscito a dirigere qualche seduta di allenamento solo dopo il ritorno dei Nazionali dai rispettivi paesi. Il giornalista intervenuto a Kiss Kiss Napoli, radio ufficiale del club, ha giustificato così l’imbarazzante superiorità che gli azzurri hanno mostrati nei primo 45′ della gara vinta contro l’Atalanta sabato scorso. Dichiarazioni che si aggiungono a quelle, altrettanto incomprensibili di Billy Costacurta che nel dopogara ai microfoni di Sky aveva detto che la vittoria del Napoli era frutto dei demeriti dell’Atalanta più che dei meriti della squadra di Gattuso.

Una teoria, quest’ultima, avallata da altri opinionisti che hanno sottolineato le condizioni fisiche precarie dell’Atalanta per giustificare una sconfitta bruciante quanto inattesa alla vigilia per punteggio e modalità.

Nel video la grande vittoria del Napoli contro l’Atalanta

Insomma, ancora una volta i media nazionali hanno cercato di sminuire una vittoria roboante ottenuta dal Napoli contro una squadra che era considerata, prima di sabato, la più in forma del campionato e che al San Paolo ha dovuto soccombere alla netta superiorità dei partenopei che in soli 45′ sono riusciti a mettere a segno ben 4 reti. Ma si sa, anche nel calcio c’è una giustizia che mette ogni tanto ordine nella giungla di opinioni ceche e spesso faziose. Ieri in Champions League gli orobici hanno vinto e convinto contro il Midtjylland con il punteggio di 4-0 nell’esordio europeo grazie alle reti di Zapata, Muriel, Papu Gomez e Miranchuk. La squadra di Gasperini ha espresso il solito calcio offensivo mettendo alle corde gli avversari apparsi fin troppo rinuciatari. Una vittoria che valorizza ed esalta l’impresa del Napoli che è riuscita a tramortire i bergamaschi con un gioco offensivo e un assetto tattico con cui Gattuso ha neutralizzato tutte le fonti di gioco avversarie.

L’Atalanta che ha vinto ieri in Champions League è la stessa che sabato scorso è stato sconfitta meritatamente dal Napoli, senza sé e senza ma. Non esistono senza alibi e giustificazioni: il Napoli si è dimostrato superiore, ha giocato meglio e ha vinto. Che senso ha esaltare oggi la vittoria dei bergamaschi contro il Midtjylland e allo stesso tempo sminuire quella del Napoli contro la squadra di Gasperini? Non è vero che i nerazzurri sono arrivati al San Paolo stanchi e fuori forma. Gomez e compagni sono scesi in campo al San Paolo per vincere la partita come fanno sempre, ma hanno trovato di fronte un avversario superiore dal punto di vista fisico e tattico. Il Napoli ha vinto con merito perché si è dimostrato più forte. Questa è la verità. Il resto sono chiacchiere da bar.

Share:
Gennaro Punzo