Calciomercato

Mercato: Napoli da 8 tra acquisti, permanenze e cessioni. Ma dietro la scelta di Milik ci sarebbe la Juve!

È stato un calciomercato tutto sommato positivo per il Napoli quello che si è concluso ieri. Il club azzurro si è rinforzato in tutti i reparti con l’acquisto di calciatori funzionali al progetto tecnico-tattico di Gennaro Gattuso, è riuscito ad alleggerire la rosa con le partenze dei calciatori in esubero e, cosa non da poco, ha trattenuto i big che erano sul punto di lasciare il Napoli. L’unica macchia è quella relativa a Arkadiusz Milik che ha puntato i piedi rifiutando tutte le offerte giunte sul tavolo di De Laurentiis. Il polacco resta un calciatore tesserato del Napoli, ma fino a gennaio starà in tribuna e poi sarà libero di accordarsi con qualsiasi squadra, presumibilmente la Juventus con cui il polacco ha sottoscritto un pre-accordo già dal mese di febbraio.

La sensazione è che l’attaccante azzurro possa accasarsi a Torino a parametro zero. Con l’addio di Maurizio Sarri, che gli avrebbe assegnato il ruolo di punta centrale, la dirigenza bianconera ha deciso di puntare su altri attaccanti: Dzeko, Suarez e Morata, relegando Arkadiusz Milik in fondo alla lista dei possibili sostituiti di Gonzalo Higuain. Alla fine è arrivato Morata, la terza scelta per la Vecchia Signora, ma Milik sarebbe riuscito a strappare una promessa: la possibilità di approdare in maglia bianconera la prossima stagione, ma solo a parametro zero. Da qui la decisione del numero 9 azzurro di puntare i piedi rifiutando tutte le offerte giunte al Napoli, ultima in ordine di tempo quella della Fiorentina che gli avrebbe proposto un contratto da oltre 3,5 milioni di euro e al Napoli la possibilità di incassare i 25 milioni del cartellino. La trattativa, però, è saltata e Milik resta un calciatore azzurro, ma è fuori dalla rosa e attenderà gennaio quando potrà scegliere la sua prossima squadra: quasi certamente la Juventus.

Una manovra di mercato che non è piaciuta a De Laurentiis che ha già dato mandato ai legali di portare Milik davanti la giustizia ordinaria per il reato di “danno di immagine” legato alla notte del famoso ammutinamento quando lui e i compagni di squadra si rifiutarono di andare in ritiro dopo il pareggio interno nella gara di Champions League contro il Salisburgo. L’azione di disturbo della Juventus nei confronti del calciatore ha impedito al Napoli di incassare una cifra considerevole e costringerà il club azzurro a lasciar partire a parametro zero un calciatore pagato 38 milioni di euro appena tre anni fa.

Al di là del caso Milik, il mercato del Napoli è da 8 in pagella, soprattutto dopo l’arrivo di Tiémoué  Bakayoko, il calciatore che mancava nella rosa di Gennaro Gattuso e che andrà a colmare il vuoto lasciato da Allan, passato all’Everton. Il francese andrà a rinforzare il centrocampo apportando muscoli e centimetri ad una mediana composta da due giocatori tecnici come Zielinski e Fabian Ruiz. Un colpo last-minute in linea con il mercato del Napoli impreziosito dagli arrivi di Amir Rrahmani, Andrea Petagna e Victor Oshimen. Calciatori funzionali che completano una rosa già competitiva in ogni reparto.

Ma il capolavoro di Giuntoli è stato soprattutto quello di piazzare gli esuberi in rosa: il ds azzurro nel giro di poche ore ha concluso diversi affari. Amin Younes si è trasferito all’Eintracht Francoforte, Luperto è andato in prestito al Crotone, Ounas, all’ultimo minuto è diventato un nuovo calciatore del Cagliari, mentre Amato Ciciretti è stato ceduto al Chievo Verona. Un sfoltimento della rosa necessario per alleggerire il monte ingaggi del club azzurro ed evitare musi lunghi all’interno dello spogliatoio.

Ad impreziosire maggiormente il mercato azzurro, infine, è stata la permanenza di Kalidou Koulibaly che resterà in maglia azzurra dopo la stagione altalenante vissuta lo scorso anno. Koulibaly con Gattuso sembra un giocatore ritrovato e nelle prime gare di questa stagione ha dimostrato di essere tornato quello di qualche stagione fa che lo ha portato a diventare uno dei cinque difensori centrali più forti d’Europa. Con lui la difesa azzurra è blindata: ha trovato finalmente l’intesa con il compagno di reparto Manolas. Anche Maksimovic, dato per partente, è rimasto in maglia azzurra. Il serbo è un’alternativa di prestigio alla coppia di difensori centrali.

La ciliegina sulla torta è la conferma di Hirving Lozano sul quale Gattuso ha deciso di puntare dopo l’addio di Callejon. Il messicano si candida a diventare protagonista della stagione azzurra. Con questo Napoli ci sarà da divertirsi. Sono rimasti anche Ghoulam e Malcuit che potrebbero rivelarsi utili nel corso della stagione.

Share:
Gennaro Punzo