Notizie

Milik, ogni scusa è buona per dire “no”! Ora se ne starà a guardare Osimhen, Mertens e (non) compagni..

L’atteso “gong” di mercato è ufficialmente arrivato. La sessione estiva più “anomala” della storia ha chiuso i battenti proprio nella serata di ieri, non senza clamorosi colpi di scena (guarda la Juventus che ha acquistato agli sgoccioli le prestazioni di Federico Chiesa e ha salutato De Sciglio e Douglas Costa).

Il Napoli ha fatto la sua parte superando prontamente l’esame calciomercato e portando a casa, almeno per la Gazzetta dello Sport un bel 7,5 in pagella. Non possiamo non essere d’accordo. Il club di Aurelio De Laurentiis ha chiuso l’ultimo “super” colpo targato Tiémoué Bakayoko, giovane centrocampista del Chelsea classe 1994, quarto rinforzo acquistato da Giuntoli dopo Osimhen, Rrahmani e Petagna.

Ma c’è stato anche un clamoroso colpo NON in uscita: Arkadiusz Milik. Il polacco sarà ancora azzurro, incredibilmente, da separato in casa. I partenopei erano stati chiari: era arrivato il momento della cessione a tutti i costi perché Milik non sarebbe più rientrato nei piani tecnici di Gattuso. Eppure ha scelto di rimanere a Napoli e andare in scadenza.

Come si è arrivati a questo punto? Semplice: il polacco aveva solo la Juventus nei suoi pensieri, ma dopo essere stato sedotto e “abbandonato” con l’arrivo di Pirlo, si è poi accontentato della Roma, anche quest’ultima interessata al giocatore. Una buona offerta, visite mediche concluse, era vicinissimo al famoso “nero su bianco”, quando è riemersa la famosa questione dell’ammutinamento che ha mandato all’aria tutto.

Per Milik però litigavano anche a 2.072,6 km di distanza: Everton, Tottenham e Newcastle, inizialmente. Ma hanno appuntato il suo nome sul taccuino anche PSG e Atletico Madrid. Il corteggiamento è passato anche per la Spagna, ma è stato respinto da Arek che ha rifiutato anche il Valencia. Per completare il giro con la Fiorentina: negli ultimi giorni si era arrivato ad un accordo con il Napoli le cui cifre prevedevano un prestito con obbligo di riscatto a 24 milioni di euro con 4 milioni di euro netti all’anno all’attaccante, ma Arek ha rifilato, anche questa volta, un secco “no” ai Viola perchè non convinto abbastanza dalla destinazione.

Questo significa che il “signor No” rimarrà a Napoli nei prossimi mesi, scegliendo in questo modo lui stesso dove recarsi. Il suo contratto scadrà a giugno 2021 e al termine della attuale annata calcistica avrà la possibilità di decidere la meta migliore per il suo futuro. Nel frattempo, il polacco se ne starà a guardare i nuovi acquisti giocare con la maglia azzurra..

 

Share:
Ludovica Carlucci