Europa LeagueNotizie

Napoli, la strada per gli ottavi ora è tutta in salita!

Il Napoli esce con le ossa rotta dalla trasferta di Granada, gara valida per l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League. Gli azzurri dovevano evitare di compromettere il loro cammino europeo, promessa tutt’altro che mantenuta. Impossibile giustificare la sconfitta con le tante assenze di Gattuso, la compagine partenopea che abbiamo visto ieri sera è ben lontano da quella che si era rivelata perfetta in fase difensiva contro la Juventus.

Il Napoli prende due gol nel giro di 120 secondi confermando dunque tutti gli attuali limiti in fase di imposizione del gioco. E solo Meret evita nel finale il gol del 3-0 che avrebbe seriamente messo in difficoltà la squadra di Gattuso. Gli spagnoli colpiscono dopo 19 minuti con Herrera che, su cross di Kenedy, anticipa Di Lorenzo e di testa batte il giovane portiere azzurro per il gol dell’1-0. Due minuti dopo è proprio lo stesso Kenedy che, approfittando della distrazione di Politano, s’invola verso la porta e fulmina l’estremo difensore partenopeo con un diagonale di sinistro.

Gli azzurri non sono riusciti a impensierire più di tanto il portiere avversario non trovando quel gol che poteva essere fondamentale per la gara di ritorno. L’unica azione, una delle pochissime che hanno potuto impensierire Rui Silva, è arrivata all’87 con una girata di Osimhen che però è riuscita ad essere bloccata prontamente dal portiere del Granada.

E’ una sconfitta che può pesare in ottima qualificazione, ma nel calcio mai dire mai. C’è ancora uno spiraglio di speranza in vista della sfida di ritorno al Maradona che si giocherà giovedì 25 febbraio alle 18.55.

Ph Fabio Sasso/FPA

Share:
Ludovica Carlucci