Notizie

Osimehn cerca il riscatto, ma in alcune gare meglio puntare su Petagna

Victor Osimehn non ha giocato certamente la sua migliore partita con la maglia del Napoli all’esordio in Europa League contro l’Az Alkmaar. L’attaccante nigeriano in realtà ha avuto un paio di occasioni che avrebbe potuto finalizzare meglio: nella prima non è riuscito a superare il portiere avversario e il suo tentativo di lob si è trasformato in un tiro goffo. Nella seconda ha consegnato all’estremo difensore olandese il pallone con un colpo di testa debole e centrale.

Ma in tutta la gara Osimehn ha trovato grandi difficoltà a mettersi a servizio della squadra nonostante nei primi minuti di gioco sia apparso volenteroso e propositivo come suo solito. Se il Napoli non è riuscito a scardinare il muro difensivo olandese è anche perché l’attaccante azzurro non ha saputo dare profondità alla manovra, colpa degli spazi ridotti all’osso. Osimenh ha mostrato tutti i suoli limiti quando è costretto a giocare in un fazzoletto di campo.

L’ex giocatore del Lille non è neanche un bomber da area di rigore e anche questo si è evidenziato nella serata da incubo vissuta dalla squadra di Gattuso. I pochi cross che sono arrivati, infatti, sono stati tutti preda dei difensori avversari con Oshimen che non è riuscito a insidiare la porta olandese.

Insomma, con il nigeriano il Napoli dovrà giocare sempre in spazi ampi come contro l’Atalanta, mentre contro le piccole gli azzurri dovranno cambiare il modo di giocare per non rischiare di perdere per strada punti fondamentali.

Soprattutto nelle gare in cui le difese avversarie si chiudono a riccio si dovrà sacrificare la punta costata 70 milioni di euro per fare spazio a Andrea Petagna. Il bomber triestino ha caratteristiche diverse e più funzionali nelle partite in cui serve un attaccante da area di rigore: Gattuso potrebbe schierare un attacco formato da Insigne, Mertens e Politano, alle spalle dell’ex attaccante della Spal. Con Osimehn pronto a subentrare nella ripresa come è avvenuto a Parma.

Share:
Gennaro Punzo