Interviste

Parma-Napoli, D’Aversa: “Inc***ati per gli ultimi risultati! Ci aspetta una prestazione al di sopra del 100%”

Il tecnico del Parma, Roberto D’Aversa, è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match di questa sera contro il Napoli. Queste le sue parole al sito ufficiale del Parma Calcio 1913:

Vigilia della gara con il Napoli: pensa di riuscire a recuperare qualcuno a parte gli squalificati? “Non faranno parte della partita Cornelius e Kucka“.

Cosa vi siete detti tra di voi per darvi la carica ed uscire da questo periodo? “Quello che ho detto ai ragazzi è che sicuramente non si può essere contenti del momento anzi, bisogna essere incazzati per gli ultimi risultati. Ho prospettato loro la partita di domenica contro la Sampdoria dove loro stessi sono stati in grado di giocare uno dei primi tempi più belli da quando alleno e allo stesso tempo, nel secondo, sciogliersi nelle difficoltà e giocare in maniera impaurita. Questo non deve accadere. Quello che ho cercato di far prevalere sul loro pensiero è che tutti ci sentiamo un po’ demoralizzati in questo momento ma devo dar loro delle certezze e fare le cose con la fiducia, dunque farli ragionare più sulle cose positive che su quelle negative per le quali si è già ragionato abbastanza. Credo che comunque, a prescindere dai risultati, uno ragiona sempre sulle cose fatte bene e sulle cose fatte male. Siamo gli stessi che hanno fatto quaranta punti e, fino ad un certo punto, siamo a far riusciti a far parlare qualcuno di Europa League. Nelle difficoltà, tutti uniti e tutti compatti, dobbiamo essere bravi ad uscire da questo momento“.

In questo periodo quanto sta influenzando, soprattutto il morale, il fatto di restare chiusi in quarantena ormai da dieci giorni?
“Dal punto di vista dello staccare o meno non posso inventarmi nulla restando chiuso qui. Già il fatto di tornare a casa, di condividere la vita quotidiana con la propria famiglia poteva essere un momento di svago per non pensare a tutte le situazioni negative di questo periodo. Dobbiamo essere bravi nonostante ciò. Penso che siamo l’unica squadra, questo ci deve far riflettere e sull’aspetto mentale influisce ma non possiamo star lì a ragionare su questo, a crearci l’alibi della quarantena o del fatto di stare in ritiro obbligato. E’ chiaro che a livello di energie nervose staccare un attimo farebbe bene“.

Dove e come il Parma può fare male a questo Napoli?
Il Parma, se vuole e deve far di tutto per uscire con un risultato positivo dalla sfida di domani con il Napoli, deve mettere intensità, qualità, personalità. Deve mettere tutto senza commettere errori e facendo una prestazione al di sopra del 100% perché il massimo, incontrando squadre così forti, potrebbe non bastare. Il bello del calcio è quando tutto sembra scontato perché poi c’è il fattore campo che può invertire questo trend o questo pensiero“.

Share:
Ludovica Carlucci