Europa League

Sorteggio “amico” o beffardo per gli azzurri? Conosciamo le avversarie!

Gli azzurri potranno fare sonni tranquilli.. o forse no!

Alle 13 della mattinata odierna è andato in scena il tanto atteso sorteggio per la composizione dei 12 gironi dell’Europa League 2020-2021 comprendente, tra le 48 squadre partecipanti, anche il Napoli. Poteva andare meglio, anche se poteva andare peggio, mettiamola così. In ogni caso non ci lamentiamo, come d’altronde non trapela “disagio” e  “piagnucolio” da Castel Volturno. La squadra di Gennaro Gattuso, data tra le favorite per la vittoria finale del trofeo, se la vedrà con Real Sociedad (Spagna), AZ Alkmaar (Olanda) e Rijeka (Croazia). compagne di girone.

QUI REAL SOCIEDAD – Una spagnola che sogna di far ritorno tra le migliori di Spagna: la Real Sociedad. E’ probabilmente questa la maggiore insidia per gli azzurri che dovranno vedersela con la compagine guidata da Imanol Alguacil, pronto ad addentrarsi nella nuova avventura europea dettando una filosofia di gioco tipicamente “basca”. Gli ingredienti? Sicuramente il pilastro indiscusso Mikel Oyarzabal, classe 1997 (sì, avete letto bene!) e già al centro dell’interesse di moltissimi club spagnoli ed esteri. Uno score non indifferente quello dello spagnolo che nella scorsa stagione vanta 44 partite e ben 12 gol segnati. Decisamente un pericolo per il Napoli, non l’unico. L’altro nome è quello di Alexander Isak, una specie di Victor Osimhen svedese, forte in progressione e che attacca bene la porta. Il “nuovo Ibra“, come lo avevano ribattezzato in patria paragonandolo, praticamente da sempre, a Zlatan Ibrahimovic. Una miscela di giovani talenti a cui va ad aggiungersi la “crème de la crème” , il grande ex del Manchester City, David Silva. Inseguito e vicinissimo alla Lazio, si è rivelato poi il grande colpo estivo di mercato della Real Sociedad. Questa sarà la prima volta che Napoli e Real Sociedad si affronteranno in competizioni UEFA.

QUI AZ ALKMAAR – Gli olandesi, guidati da Arne Slot dal settembre 2019, arrivano dall’eliminazione nel terzo turno dei preliminari di Champions League per mano della Dinamo Kiev e si presentano come una delle squadre più promettenti del calcio olandese. Calcio super offensivo, modulo incentrato sul 4-3-3 e numeri non da buttare: se poi iniziamo a parlare di due giocatori a caso, ecco che la situazione si complica.  Il 24enne Oussama Idrissi, ala sinistra, già precedentemente adocchiato dal Napoli, ha uno score di ben 37 gol in quasi 100 presenze con la maglia dell’AZ. Il reparto offensivo della squadra vanta anche un altro nome da non sottovalutare, ma il Napoli lo sa già. Parliamo della prima punta Myron Boadu, 19 anne olandese, considerato tra i migliori talenti emergenti del momento.

QUI RIJEKA – Forse la più innocua sulla carta, ma non è una giustificazione per abbassare la guardia. L’HNK Rijeka è un club croato guidato dal giovane tecnico 37enne Simon Rozman e vanta la sua presenza “ininterrotta” in almeno una delle competizioni UEFA da sette anni a questa parte. Tanti i giovani talenti in rosa che potrebbero far sudare gli azzurri. Probabilmente il primo da citare, ex Primavera della Juventus, è Sandro Kulenovic, classe 1999, arrivato in prestito con diritto di riscatto dalla Dinamo Zagabria. Ma la lista è lunga, composta da nomi quali  l’esterno sinistro Loncar, il difensore classe 2002 Filip Braut e, ultimo ma non per importanza, la vera e propria stella del club, Franko Andrijasevic, trequartista classe 1991.

 

Share:
Ludovica Carlucci