IntervisteNotizie

ADL difende DAZN e accusa Berlusconi: “Italia in ritardo grazie a lui. Se non si iniziava ora..”

Una bufera di polemiche ha ricoperto anche l’ultima giornata di campionato a causa dei vari disagi e problematiche che sono stata riscontrate su DAZN durante le sfide Sampdoria-Napoli e Torino-Lazio. 

A parlare di quanto accaduto nei giorni scorsi è intervenuto anche il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, in un convegno ripreso dal Sole 24 Ore, puntando il dito sul ritardo tecnologico dell’Italia in termini di connessione:

“Siamo sempre in ritardo noi italiani. Io mi sono battuto per andare su DAZN, facendo incazzare anche i colleghi, perché è vero che noi avremo problemi, vedremo male ecc. ma noi grazie al signor Berlusconi non abbiamo sviluppato la banda come negli altri paesi europei e siamo indietro”.

De Laurentiis ha aggiunto: “Se noi non iniziamo e continuiamo ad andare sul satellite con Sky, tra 3 anni dovremo ripartire da capo. Invece abbiamo Draghi che è un uomo intelligente che ci tiene a questo e Colao (Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale, ndr) che ne capisce, stimoliamoli e facciamo implementare la rete per essere competitivi come già avviene negli altri paesi europei”.

Ph.Fabio Sasso/FBA

Share:
Ludovica Carlucci