Alessandro Zanoli, la scoperta di Giuntoli. L’esterno si candida per una maglia da titolare con l’Atalanta

0
7

Alessandro Zanoli, nelle sue sette presenze con la maglia del Napoli, ha già dimostrato tanta personalità come ad esempio nell’ultima sfida con l’Udinese dove è stato costretto ad entrare al posto dell’infortunato Di Lorenzo in un momento complicato. E proprio a causa dell’infortunio del terzino azzurro, Zanoli potrebbe esordire per la prima volta da titolare contro l’Atalanta.

Ma da dove arriva il terzino classe 1000? Il suo profilo è già noto da tempo agli osservatori dei club italiani. In particolare, lo ha scoperto Cristiano Giuntoli che lo conosceva già da quando giocava con gli allievi del Carpi e lui era il dirigente del club emiliano. Arrivò in azzurro dal Carpi sulla base di un prestito con diritto di riscatto fissato ad 1,5 milioni di euro con il Napoli che poi decise, un anno dopo, di assicurarsi la proprietà del suo cartellino.

Zanoli fece dapprima uno “spezzone” con la formazione Primavera e poi fu ceduto in prestito al Legnago (Serie C) dove attirò a se l’attenzione di molte società, soprattutto di Serie B e Serie C. Concluse il giro tornando in estate all’ombra del Vesuvio e da lì sarebbe dovuto approdare in qualche altra squadra in prestito, ma con l’arrivo di Luciano Spalletti le cose sono cambiate.

Il mister azzurro si è accorto di avere in casa una potenziale risorsa importante che, molto probabilmente, con la Dea tornerà utile fin dal primo minuto per contrastare uno dei calciatori più in forma del momento, Jérémie Boga.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Nome