Senza categoriaUltim'ora

Corteo di tifosi e parenti di Maradona per chiedere giustizia

Buenos Aires – Ieri mattina nella capitale Argentina, città natale del Pibe de Oro, si è svolta all’obelisco una mobilitazione per chiedere giustizia per la morte di Diego Armando Maradona, che ha scosso il paese e il mondo intero il 25 novembre 2020 con la sua morte prematura.

In migliaia hanno marciato per le vie della capitale argentina gridando lo slogan “Non è morto, lo hanno ucciso” e “Processo e punizione per i colpevoli, la sentenza sarà social “, i tifosi del fuoriclasse e parenti hanno sfilato per chiedere chiarimenti di quanto è accaduto nelle ultime settimane di vita del Pibe de Oro, già oggetto di un’indagine giudiziaria.

Alla marcia hanno partecipato Dalma, Giannina Maradona e la loro madre, Claudia Villafañe, che aveva assicurato che sarebbe stata “in prima fila” su richiesta delle sue figlie, come finalmente è successo.

Pochi minuti prima, contattata dal quotidiano locale La Nacion, Dalma ha dichiarato di non avere più niente da dire alla stampa.

I tre famigliari più vicini a Maradona hanno guidato la colonna del corteo per chiedere giustizia mano nella mano mantenendo uno striscione con scritta “verità e giustizia” per il Pibe de Oro.

 

 

 

 

 

 

Share: