Ecco come Gattuso ha blindato la difesa, Napoli primo in serie A

0
40
25/10/2020 stadio Vigorito. Campionato di calcio di serie A incontro tra FC Benevento vs SSC Napoli. In foto: MANOLAS

Se é vero che in Italia vince chi subisce meno gol, allora il Napoli di Gattuso si trova sulla giusta strada. Gli azzurri dopo 7 giornate (6 partite giocate sul campo) hanno subito appena 4 reti, una in meno del Verona, 2 meno della Juventus e 3 in meno del Milan capolista. Un dato che conferma il buon lavoro fatto da Gattuso sulla tenuta del reparto arretrato che ha ritrovato in Kalidou Koulibaly un baluardo spesso insuperabile. Il senegalese è ritornato il giocatore ammirato fino ad un anno e mezzo fa e con Manolas forma una coppia di centrali difensivi tra le più complete del campionato. Ma anche con Maksimovic il Napoli conserva la stessa solidità difensiva.

Gennaro Gattuso ha dato equilibrio ad un intero reparto, ma è tutta la squadra che lavora per rendere il compito dei difensori più agevole. I ripiegamenti difensivi dei centrocampisti, soprattutto Bakayoko, e degli esterni, sono fondamentali per blindare il reparto difensivo e impedire agli avversari di rendersi pericolosi in prossimità della zona calda del terreno di gioco.

Un aspetto che lo stesso tecnico ha più volte sottolineato: il Napoli è una squadra che subisce poco le squadre avversarie soprattutto quando i reparti restano compatti tra di loro. Gattuso è riuscito nell’impresa di proporre un’organizzazione di gioco capace di creare tante occasioni e, nello stesso tempo, limitare i rischi. Frutto anche del gran lavoro dei centrocampisti, oltre che della solidità difensiva dei quattro schierati davanti al portiere. Non è un caso che quando a centrocampo manca un intenditore come Bakayoko, gli azzurri vanno in difficoltà: è accaduto, ad esempio, nella partita contro il Rijeka in Europa League dove in mediana il duo composto da Demme e Lobotka è stato poco incisivo nella fase di ripiegamento, mettendo in difficoltà la difesa e offrendo ai croati la possibilità di presentarsi più volte in area di rigore.

Su questo sta lavorando Gattuso che chiede ai suoi grande spirito di sacrificio, l’unico modo per reggere il modulo ultra-offensivo su cui ha puntato il tecnico calabrese.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Nome