Maradona, una messa in sua memoria nel duomo di Napoli. Tante le personalità presenti di quel famoso trionfo del 1987

0
8

Per il secondo anno consecutivo ed in concomitanza con l’anniversario del primo Scudetto azzurro è andata in scena la Messa in memoria del grande Diego Armando Maradona organizzata dall’associazione “Le leggende del Napoli” nella cappella di San Gennaro, nel Duomo di Napoli.

Tante le personalità presenti nella cattedrale tra cui Salvatore Bagni o Nando De Napoli senza dimenticarci di Renica e ovviamente il presidente Corrado Ferlaino. C’era anche il figlio dell’ex Pibe de Oro che ad un certo punto della messa ha voluto ringraziare i presenti e leggere, tra i vari pensieri, anche un messaggio da brividi di Ciro Ferrara (che non era presente per impegni di lavoro): “Buonasera a tutti, volevo ringraziare tutte le persone presenti e tutti coloro che hanno dedicato tempo alla memoria di mio padre. Questo è un messaggio di Ciro Ferrara: “Diego, che giornata quella, che tempi. Eri con noi da tre anni, ti eri presentato allo Stadio San Paolo in un caldo pomeriggio d’estate e Napoli ti aveva accolto come un figlio. Il 10 maggio 1987 avevi in mano le chiavi del cuore di una città intera. Anche il cuore dei tuoi compagni di squadra quel giorno batteva impazzito. Esplodeva nel nostro petto e nei nostri occhi una gioia che ancora oggi fatichiamo a spiegare”.

“Tu eri il nostro Capitano. Ci avevi portato così in alto che nessuno ci credeva, ti abbracciavamo tutti e tu ci strizzavi l’occhio come a dire: “Ve lo avevo promesso o no?”. Trentacinque anni dopo – dice Ferrara – non sei più di questo mondo, ma non te ne sei andato, perché sei sempre qui con noi, nelle nostre vite, piene di bellissimi ricordi. Ci sembra ancora di vederti: te ne stai in mezzo allo spogliatoio vibrante di adrenalina, con le scarpette slacciate e i muscoli che già bruciano. Ci osservi tutti, uno per uno, e ci vieni incontro. Lo schiocco del tuo cinque ancora oggi scoppia nelle orecchie. E ci riporta proprio lì, dove vorremmo tornare ora se potessimo esprimere un desiderio. Non ti dimenticheremo mai. Ciao Diego. Ciao Papà”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Nome