Mertens in Belgio per ritrovare la via del gol

0
22
Ph.Fabio Sasso/FPA

È lui, Dries Mertens, il giocatore non pervenuto in questo inizio di stagione del Napoli. Il belga sta attraversando un periodo di appannamento che inevitabilmente sta pesando sul rendimento del Napoli e soprattutto del reparto offensivo. Il goleador più prolifico della storia azzurra non segna più e, soprattutto, non fa segnare, ha sbagliato tanti gol anche sotto porta e sembra smarrito alle spalle di Osimhen nel tridente di trequartisti disegnato da Gattuso nel suo 4-2-3-1.

Il tecnico del Napoli continua a dire che il digiuno del belga non dipende dal modulo, ma da un calo psico-fisico che il calciatore sta vivendo inevitabilmente dopo stagioni brillanti che gli hanno consentito di battere il record di gol di Marek Hamsik e soprattutto di diventare l’idolo assoluto dei tifo azzurro. Ieri Dries Mertens è partito per il Belgio dove giocherà un’amichevole e due partite ufficiali con la maglia della sua Nazionale:  Belgio-Svizzera l’11 novembre,  Belgio-Inghilterra il 15 novembre e Belgio-Danimarca il 18 novembre, doppia sfida di Uefa Nations League. Sarà l’opportunità per il calciatore di staccare la spina da Castelvolturno e ritrovare la bussola smarrita del gol.

In Nazionale Dries Mertens è un idolo e un eventuale rete realizzata in una delle tre partite in programma potrebbe restituire al Napoli un calciatore rigenerato per il bene di tutti. Gennaro Gattuso punta su di lui considerato uno dei pilastri della squadra azzurra dentro e fuori il campo. Insieme a Koulibaly e Insigne, Mertens è uno dei veterani del Napoli e il suo ruolo è fondamentale non solo sul terreno di gioco. Mertens non è contento delle sue prestazioni e più volte ha parlato con il tecnico e il suo staff spiegandogli le difficoltà di un ruolo che spesso lo ingabbia tra i compagni di reparto e i difensori avversari. Ma Gattuso è convinto che un giocatore delle sue qualità sia in grado di adattarsi qualsiasi modulo.

La pausa per le Nazionali potrebbe essere per Dries Mertens una boccata d’ossigeno per ritrovare cattiveria a agonistica e voglia di essere decisivo per il Napoli come lo è da tante stagioni. I napoletano aspettano il loro idolo “Ciro”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Nome