Montella recrimina, il Milan a Napoli perde la partita e la testa

    0
    36

    Il Milan mette paura al Napoli,  ma alla fine deve arrendersi di fronte alla superiorità tecnica degli avversari. La doppietta di Milik e le giocate strepitose di super Mertens ripropongo la squadra di Sarri come una delle principali antagoniste della Juventus. Qualcosa da rivedere,  invece,  per i rossoneri soprattutto in difesa. Dopo una partenza stentata il Napoli trova due gol nel primo tempo: al 18′ Milik è bravo a depositare in rete un pallone respinto dal palo su tiro di Mertens e al 33′ è ancora l’attaccante polacco che insacca di testa su calcio d’angolo.

    Nella ripresa il Milan entra in campo galvanizzato e in quattro minuti, al 51′ e al 55′, riacciuffa il risultato con Niang  e Suso. Il Napoli sembra accusare il colpo, poi Sarri fa entrare Zielinski per Allan  e un minuto dopo arriva il gol del 3-2 grazie ancora ad un imprendibile Mertens che fa partire un tiro a giro sul quale Donnarumma ci mette una mano e sulla respinta è bravo Callejon a ribadire in rete.

    Il Milan rimane in nove per le espulsioni di Kucka  e Niang e gli azzurri fanno il quarto gol con Callejon che segna con la collaborazione di Romagnoli che forse è l’ultimo a toccare la palla.

    Il pubblico del San Paolo finalmente può esultare e stroppicciarsi gli occhi per la prova di Milik.

    Foto: quotidiano.net

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci il tuo commento
    Nome