Napoli, il destino nelle proprie mani dopo uno splendido campionato

    0
    2

    La sconfitta di Roma non può cancellare un campionato straordinario giocato dagli azzurri che sono riusciti da soli a tenere testa alla Juventus schiacciasassi. Il gol di Naingoolan è arrivato al termine di una partita dominata in lungo e in largo, per ammissione dello stesso Spalletti, e per questo ha il sapore della beffa.

    Ma il Napoli all’Olimpico ha dimostrato ancora una volta di essere una grande squadra capace di dominare su tutti i campi d’Italia. Non dimentichiamo che all’inizio del campionato nessuno avrebbe puntato un centesimo sugli azzurri, invece oggi la squadra di Sarri è in lotta per un prestigioso traguardo,  il secondo posto che vale l’accesso diretto all’Europa delle grandi.

    Certo il Napoli ieri ha mostrato i soliti limiti strutturali, panchina non all’altezza e incapacità di proporre un modulo di gioco diverso dal solito (perché sostituire Mertens con Insigne invece di rinfoltire il centrocampo?).

    Restano tre partite in cui il Napoli è padrone del proprio destino. Fallire sarebbe davvero una beffa che tifosi e squadra non meriterebbero.

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci il tuo commento
    Nome