Ridotta la squalifica a Higuain, nessuno esce vincitore

    0
    30

    Né vincitori né vinti. La riduzione della squalifica di Gonzalo Higuain  da quattro a tre giornate decisa oggi dalla Corte d’Appello ha il sapore dello zuccherino in una vicenda che lascia l’amaro in bocca ai tifosi azzurri. Sì, perché resta il danno inflitto ad un giocatore e a una società in grado di tenere testa ai pluricampioni d’Italia.

    Va detto e ridetto: Higuain  non andava espulso. Punto. Se l’arbitro Irrati non avesse estratto a sproposito il secondo giallo il bomber avrebbe giocato anche contro il Verona, l’Inter e il Bologna.

    E magari avrebbe messo a segno due, tre, quattro gol e battuto il record di Nordhal, vinto la scarpa d’oro e trascinato il suo Napoli. Ennesimo pasticcio all’italiana.

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci il tuo commento
    Nome