Salernitana, il presidente: “Con ADL vogliamo creare un ponte tra le due città e società”

0
3
Ph.Fabio Sasso/FBA

Il presidente della Salernitana, Danilo Iervolino, è intervenuto a Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete”. Di seguito le sue parole: “Il mondo del calcio è affascinante e di grande prospettive. Come tutte le cose può essere migliorato, mi auguro che l’industria del calcio possa sposare di più l’aspetto digitale e per cercare di coinvolgere le nuove generazioni. C’è tanto da fare, però l’industria del calcio italiana ha spalle solide e robuste. Casini presidente di Lega? Ha presentato il suo progetto e noi l’abbiamo votato, è un grande giurista e risponde pienamente all’identikit di persona capace di mettere assieme gli interessi di tutti, con una giusta politica di coesione.

Salerno stravede per me? Io stravedo per Salerno, i tifosi e tutta la città. Ho trovato un ambiente incredibile, una manifestazione d’affetto che mi rigenera e mi inorgoglisce. A oggi ce la stiamo mettendo tutta, in qualche partita siamo stati sfortunati, come contro il Venezia, con il Milan anche ci è andato stretto il pareggio ma il campionato è ancora lungo. Juventus? Una corazzata, ha vinto 9 scudetti di fila, squadra formidabile e con eccellenze calcistiche ma il pallone è rotondo. La squadra è in forma, i giocatori hanno consapevolezza, la squadra sta crescendo, ci arriviamo bene. Faremo la nostra partita.

Juventus può traumatizzata o arrabbiata dopo la Champions? Squadra che si rigenera in una maniera unica. Mai sottovalutare una squadra così. Non ci aspettiamo una squadra affranta o che faccia una partita blanda. Sono sicuro che vorranno fare risultato. Si stanno giocando il campionato nonché un piazzamento in Champions League. Più complicato che la Salernitana si salvi o che il Napoli vinca lo Scudetto? Io mi auguro avvengano entrambe le cose. Il Napoli meriterebbe lo Scudetto e credo che il valore della Salernitana dovrebbe permetterle di stare in massima serie.

Con De Laurentiis vogliamo creare un ponte tra le due città e società. Io sono stato un grande tifoso del Napoli, ora lo sono della Salernitana, che mi ha dato il cuore e l’anima. Il tifo è emozione, passione, stare tutti insieme in una maniera travolgente. Mi auguro che le due tifoserie possano trovare un feeling maggiore. Penso sempre che squadre e tifoserie debbano gemellarsi e abbassare i toni”.

Ph Fabio Sasso/FPA

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Nome