IntervisteNotizie

Spalletti: “Il gol dopo 30 secondi ci ha destabilizzato, ma ho ricevuto delle risposte molto positive anche stasera”

Luciano Spalletti (ph.Web)

Il Napoli si giocherà l’ultima fetta di qualificazione nell’ultima gara della fase a gironi di Europa League con il Leicester avendo fallito quella odierna con lo Spartak Mosca. I russi infatti si sono imposti per 2-1.

A commentare la gara anche Luciano Spalletti in conferenza stampa:

Il gol iniziale ha un po’ creato problemi all’andamento della partita poi abbiamo tentato di recuperare velocemente, ma abbiamo perso qualche palla di troppo. Loro hanno poi costruito il 2-0 ed è diventato tutto più difficile. Nel secondo tempo dopo che abbiamo parlato si è giocato meglio e con più tranquillità, ma lo Spartak si era chiuso. Non ho dato la stretta di mano a Rui Vitoria? Perché non è voluto a salutarmi ad inizio la partita, non si saluta alla fine solo perché uno ha vinto la partita. Si saluta quando si entra a casa e non alla fine”.

Spalletti ha aggiunto: “Ho fatto delle scelte offensive perché pensavo di mettere la gara fin da subito a nostro favore, ma il gol dopo 30 secondi ha mandato a monte il nostro piano. Nella seconda parte ho spostato Mario Rui come mediano perché Lobotka aveva fatto un po’ di fatica. Non ho fatto giocare Fabian perché aveva un piccolo problema e ho preferito preservarlo per domenica. Ho detto che aspettavo delle difficoltà? Non mi aspettavo tutte insieme queste difficoltà, ma ho ricevuto delle risposte molto positive anche stasera specialmente nel secondo tempo. Ho visto una reazione della squadra. Avevamo la squadra in campo per vincere, è stato demerito nostro, ma l’atteggiamento in campo è stato molto corretto”.

Share:
Ludovica Carlucci