Spalletti: “Scudetto? Abbiamo la possibilità e anche il dovere di crederci. Non ho incontrato De Laurentiis”

0
3

Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match di domani pomeriggio contro l’Empoli di Andreazzoli. Di seguito le sue parole riportate da Area Napoli: “

Crediamo allo scudetto? Abbiamo la possibilità e anche il dovere di crederci, magari assumendoci la responsabilità di quello che sta accadendo. Però, ci crediamo. Hanno inciso gli infortunati? È un discorso che si farà alla fine. Bisogna essere bravi a ragionare al presente, chi pensa al passato è masochista. Si fa giocare quelli che ci sono e si devono vincere le partite con quelli che ci sono. Calciatori in dubbio per l’Empoli? Zanoli va valutato perché ha avuto questo malessere dell’ultim’ora. Ci sono sempre delle situazioni a questo punto del campionato, a noi ne sono accadute diverse. Bisogna trovare soluzioni a quello che succede, non star lì a ragionare su quello che è successo. Ho convocato il giovane Barba, poi abbiamo tre portieri a disposizione. Sono ventuno elementi”.

Domani potrebbe puntare Demme viste le assenze? “È sicuramente uno di quei calciatori che può giocare perché si è allenato bene e sta bene fisicamente”

In settimana ha incontrato De Laurentiis: il presidente crede ancora nello scudetto? “Non lo so cosa pensa, perché non l’ho incontrato. Lui è stato molto attento a metterci a disposizione quello che serviva. Noi bisogna sentirla addosso questa situazione qui, il trucco è sentirla addosso sempre. Se uno la sente addosso la situazione, la fame dell’Empoli, la responsabilità dei tifosi che sono innamorati del Napoli, sentire di voler essere d’aiuto. Se te ne frega, invece, cambia tutto”.

Cosa l’ha fatta più arrabbiare ultimamente? “Sento responsabilità e colpa per quello avvenuto, ma io devo guardare avanti”.

Che atteggiamento si aspetta dalla squadra? “Con la volontà di vincerle queste partite, magari giocando anche un buon calcio. Mi aspetto il ragionamento fatto in tutti gli allenamenti durante l’anno”.

Il futuro di Spalletti sarà ancora a Napoli? “Il mio futuro si chiama Empoli, il mio presente si chiama Empoli. Per il resto ci sarà modo di parlare alla fine, ma non è importante. Noi dobbiamo pensare a queste ultime cinque gare, perché io ci credo e i tifosi ci credono, questo è quello che serve”.

De Laurentiis e i brontolii sui cambi, si intromette nelle scelte di campo? “Lo fa come lo fanno altri, ma col sennò di poi è troppo facile parlare dei cambi in partita. Sono io che faccio la formazione e sono io che faccio le scelte. Sono io che faccio bene o che sbaglio”.

Cosa succede a Zielinski? “Da lui mi aspetto che ritrovi la tranquillità che lo contraddistingue come uomo e come calciatore. È uno che ha classe e qualità, senza tranquillità diventa tutto più difficile con la pressione”.

12/12/2021 Napoli, Stadio Diego Armando Maradona, incontro di calcio valevole per il campionato di serie A 2021/21 tra SSC Napoli vs FC Empoli
In foto: David Ounas

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Nome